Harmonies and Words

in the Pool of Time

  • Tutti soffrono all’idea di scomparire non visti e non uditi in un universo indifferente, e per questo vogliono, finché sono in tempo, trasformare se stessi nel proprio universo di parole. Milan Kundera

    Siamo ciò che siamo perché è quello che meritiamo di essere.
  • dicembre: 2008
    L M M G V S D
    « Nov   Gen »
    1234567
    891011121314
    15161718192021
    22232425262728
    293031  
  • Meta

Lorenzo Cherubini: Safari Christmas Limited Edition

Posted by mnemosineeorfeo su dicembre 3, 2008

Un viaggio nell’anima

safari-lorenzo-cherubini-jovanotti-cover-cd-2008Lorenzo Cherubini non smette mai di stupire. In “Safari Christamas Limited Edition” c’è tutto quello che lo ha sempre contraddistinto, e anche qualcosa in più. Un’irrefrenabile energia positiva esplode dal ritmo vigoroso dei tamburi e si unisce a melodie più dolci e malinconiche per raccontare la bellezza della vita nelle sue sfaccettature, l’esplorazione dell’interiorità umana, la presunta solitudine dell’uomo e la speranza che una via d’uscita si può trovare, sempre.

Dal 21 novembre è in vendita presso tutti i negozi di dischi il cofanetto speciale dell’ultima fatica dell’artista. Ma Lorenzo non è mai banale, si sa. E oltre al disco propone un DVD acquistabile anche in versione singola e un libro fotografico. Perché la sua musica non si ascolta e basta, ma si osserva, si cattura, si conserva.

“Nessuna ombra intorno-Safari Live” è un DVD diverso da molti altri DVD musicali, perché non è la ripresa fedele di un unico concerto, come quello che accompagnava l’album precedente, Buon Sangue. Contiene emozioni raccolte durante la tournée e curiosità rubate dal dietro le quinte. Questo, Lorenzo, lo definisce un film: il regista è Marco Ponti, che ha dato il tocco professionale del cineasta a 180 ore di materiale originario, creando un multi sfaccettato mix di musica, immagini e parole, con due ore di concerti e una di backstage.

Al DVD si accompagna anche un libro, “Voi siete qui”, edito da Rizzoli, che non vuole essere – e non lo è – la biografia del musicista, né il racconto di un viaggio stile “Il grande boh”. È un libro di foto d’arte del fotografo Francesco Raffaelli, il quale ha colto, come Lorenzo stesso ha affermato, “la scia musicale del concerto”, senza creare “il classico libro da fan celebrativo, ma solo un racconto per immagini”.

Cosa abbia spinto un artista di fama internazionale come Raffaelli a seguire Lorenzo in tournée è facile da intuire: uno che non ha nulla a che fare con il pop e non ha mai fotografato concerti può decidere di intraprendere questo viaggio per l’umanità e l’energia che trasmette la musica, e per l’entusiasmo e l’ammirazione che suscita nei milioni di fan che hanno affollato pacificamente i palasport di tutta Italia. Di certo un’esperienza, per lui, sui generis.

E poi c’è il disco, “Safari in versione Deluxe”, con versioni dal vivo e 4 track inedite, in vendita a un prezzo speciale fino a gennaio 2009.

safariCome parli l’italiano, Nel mio tempo, Il gioco del mondo, La luna di giorno arricchiscono ulteriormente il CD di ritmo e sentimento, e riportano in primo piano le tracce che hanno spopolato nelle radio a partire dallo scorso gennaio. Così, Fango ripropone una riflessione sul posto dell’uomo nel mondo, perché la solitudine è solo una condizione mentale e non deve far paura. E anche perché se c’è qualcosa di peggio è perdere la capacità di cogliere le pulsioni vitali della realtà che ci circonda.

Temporale richiama il perenne pericolo cui siamo esposti, e allora bisogna lasciarsi cullare dal ritmo della vita, come suggeriscono Mani Libere 2008 e In orbita, oppure raccogliere le esperienze della propria esistenza e mescolarle con quelle di altre persone, diverse, per creare un Antidolorificomagnifico. Con Mezzogiorno, Lorenzo mette in guardia della necessità di essere completamente trasparenti e non avere ombre. Perché non si può sempre tornare indietro per ricominciare, come si canta nostalgicamente in Punto. E poi c’è l’amore, esaltato in tutte le sue versioni, con le dolcissime melodie di A te, Dove ho visto te, Come musica, Innamorato. Infine Safari, che dà il titolo all’album, si riconferma un’esplorazione di spazi sconosciuti, all’interno e al di fuori di sé. Perché il safari è proprio questo, la mirabolante scoperta che il mondo è sorprendentemente esteso, meravigliosamente multiforme. E le melodie e il ritmo della world music di Lorenzo lo rappresentano.

A quasi un anno di distanza dall’uscita del disco, il bilancio si può dire positivo. “Safari” ha avuto un grandissimo successo, differente, per certi versi, dagli altri album. Proprio in questi giorni si è aggiudicato il Premio della Critica 2008 promosso dal mensile “Musica & Dischi” e si è guadagnato il titolo di album dell’anno. Non è affatto difficile comprenderne i motivi.

Pubblicato su www.ghigliottina.it

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: