Harmonies and Words

in the Pool of Time

  • Tutti soffrono all’idea di scomparire non visti e non uditi in un universo indifferente, e per questo vogliono, finché sono in tempo, trasformare se stessi nel proprio universo di parole. Milan Kundera

    Siamo ciò che siamo perché è quello che meritiamo di essere.
  • dicembre: 2008
    L M M G V S D
    « Nov   Gen »
    1234567
    891011121314
    15161718192021
    22232425262728
    293031  
  • Meta

Reality show: Isola dei Famosi e La Talpa a confronto

Posted by mnemosineeorfeo su dicembre 8, 2008

In attesa di aprire la porta rossa della casa del Grande Fratello, per i reality è il momento dei bilanci: ecco l’analisi di un fenomeno che, nel bene e nel male, infervora senza sosta gli animi di sfegatati sostenitori e di accaniti rivali.

cayo-palomaCala il sipario sulla prima stagione dei reality. Lunedì è andato in onda il galà dell’Isola dei Famosi 6 e giovedì quello della Talpa 3. E mentre su Italia Uno Paola Perego ripercorreva con poco slancio ed entusiasmo l’esperienza dei concorrenti che hanno “giocato” in Sudafrica, su Rai Due Michele Santoro ospitava, nello studio di Anno Zero, Belen Rodriguez e Vladimir Luxuria. Neanche la concorrenza per il gran finale dell’Isola dei famosi è stata blanda: Simona Ventura ha dovuto fare i conti con il fantastico gruppo di Zelig, un programma consolidato da anni e che ormai è garanzia di successo. Eppure, questa edizione dell’Isola ha realizzato ascolti record e, a detta di Mara Vernier, ospite fisso in trasmissione, assieme a Luca Giurato, è stata la migliore. Io, però, a tal proposito, qualcosa da dire ce l’avrei.

Intanto, l’Isola è l’Isola. Un gioco psicologico, un reality sì, ma falsificato, dove famosi – e da due edizioni anche non famosi – si misurano con la propria capacità di resistenza alla fatica, al freddo, alla fame, agli stenti. Il cast, come in tutti i programmi, fa la differenza. Se La Talpa ha riciclato partecipanti ad altri reality (Melita Toniolo, Pasquale La Ricchia), ex tronisti (Carina Cascella e il fidanzato Sasà), pugili, pornodivi, cantanti e subrette varie, l’Isola ha puntato su un mix di personaggi provenienti da ambienti professionali diversi.

cast-isola-61Ha puntato su ex veline (Veridiana Mallmann), presunti maghi (Jucas Casella), signore dei salotti milanesi e romani (Michi Gioia e Patrizia de Blank, in momenti diversi), signore della passerella e delle casse di vetro (Belen Rodriguez e Flavia Vento, nemiche sin da subito), campioni olimpici e campioni del mondo (Leonardo Tumiotto, deludente come pochi, Filippo Magnini, inviato di turno, e Antonio Cabrini). E poi ex tronisti, come Giuseppe Lago, che fortunatamente si ritira dopo una settimana, il sogno delle lettrici dei fotoromanzi, Massimo Ciavarro, le riserve Beppe Quintale, Ela Weber e il fenomeno Rossano Rubicondi, ormai ex signor Tramp. All’appello manca un naufrago, anzi una trans-naufraga, trionfatrice in- e discussa dell’edizione: è lei, Vladimir Luxuria. Accanto ai Vip, poi, c’erano i cosiddetti Nip: Alessandro F. lo skipper, Maria Grazia la studentessa poco simpatica, Chiara la deliziosa infermiera, Sonia la muratrice; Daniele e Alessandro, per scelta propria o di altri, sono rimasti pochi giorni. E poi c’era Carlo Capponi, il bidello di Bologna, rivelazione dei Nip.

La talpaLa Talpa è un gioco meschino, dove sei costretto a mentire alle persone che ti stanno accanto, sei costretto a boicottare le prove senza farti vedere, a pensare a delle strategie per vincere (forse) un montepremi che ti guadagni in sordina, dove sei costretto ad essere ciò che forse nella vita non saresti mai. Le prove sono al limite dell’immaginabile. Solo alcune sono spettacolari, perché la maggior parte sono pericolose e disgustose. Spaventano e irritano persino chi le osserva da chilometri e chilometri di distanza. Franco Trentalance è la talpa di questa terza edizione. È arrivato fino in fondo al gioco ma senza ottenere il riconoscimento finale: Carina Cascella, sospettata del gruppo per 7 settimane, lo aveva capito, e alla fine ha portato a casa, soddisfatta, il bottino della talpa. Della Talpa si parla solo a “Questa domenica” e qualche volta a “Mattino Cinque” o “Pomeriggio Cinque”.

Isola dei famosiCon i difetti di ogni reality che morbosamente entra nelle case degli italiani e offre talvolta spettacoli poco decorosi, l’Isola ha ancora una sua dignità, e premia davvero chi lo merita. In finale arrivano Capponi (era la prima volta che un Nip andava in finale), Rodriguez, Tumiotto e Luxuria. Tra loro, Vladimir spopola, trionfa, per quello che è e forse per quello che ha rappresentato per molti militanti per la rivendicazione dei diritti di tutti gli orientamenti sessuali. La sua vittoria è stata ingiustamente e in modo inappropriato politicizzata: Vladimir con Obama non ha nulla a che vedere, e neanche con il fallimento o la ripresa della Sinistra. Ed è lei stessa ad ammetterlo. La rivelazione dell’Isola è stata però Belen Rodriguez, che ha sorpreso molti per la sua determinazione, la sua spontaneità e per la presunta storia con Rossano Rubicondi. Di loro, Santoro invita in studio proprio Vladimir e Belen. E sorprende vederle al posto di politici e grandi intenditori della società contemporanea. Se l’Isola, quest’anno, è entrata anche negli studi di Santoro, un motivo ci sarà.

Non è certo la migliore edizione dell’Isola. Chi lo ammette non ricorda la splendida avventura di Luca Calvani che su Cayo Paloma, nell’edizione del 2006, ha dimostrato di saper guardare dentro se stesso, di leggere ciò che si nascondeva tra le pieghe della sua anima e di raccontarlo con semplicità e carisma. Perché è questa la vera Isola del Famosi: un’opportunità per guardarsi dentro, restare con la propria anima e trasmettere anche un valore, che è quello dell’accettare i propri limiti, ammettere le proprie forze e scomparire dalla scena subito dopo la vittoria. A dimostrazione del fatto che non si era solo alla ricerca di quel successo che si rivela troppe volte un effimero treno di panna.

Pubblicato il 06/12/2008 su www.sindromesistendhal.com

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: