Harmonies and Words

in the Pool of Time

  • Tutti soffrono all’idea di scomparire non visti e non uditi in un universo indifferente, e per questo vogliono, finché sono in tempo, trasformare se stessi nel proprio universo di parole. Milan Kundera

    Siamo ciò che siamo perché è quello che meritiamo di essere.
  • giugno: 2009
    L M M G V S D
    « Mag   Lug »
    1234567
    891011121314
    15161718192021
    22232425262728
    2930  
  • Meta

Jovanotti presenta “La parrucca di Mozart”

Posted by mnemosineeorfeo su giugno 9, 2009

parrucca di mozartLorenzo non smette mai di stupire. Dal 29 maggio è disponibile, in tutte le librerie, il suo nuovo lavoro musico-letterario, La parrucca di Mozart, pubblicato da Einaudi. Un libro, questa volta, e non un disco. Ma non un libro qualsiasi, non un resoconto di viaggio come Il grande Boh. Questo libro non è certo un romanzo, una biografia o una raccolta di racconti ma un vero e proprio libretto d’opera, un omaggio all’opera di Wolfang Amadeus Mozart, genio precoce dal talento straordinario se comincia a suonare il clavicembalo a tre anni e a comporre a 5 e se, alla prematura morte a soli 35 anni, lascia alla storia della musica mondiale più di seicento opere.

Pare che Lorenzo Cherubini-Jovanotti si sia completamente immerso nell’ascolto della musica del compositore austriaco e nella lettura del suo epistolario, che comprende centinaia di lettere che offrono un’immagine del musicista inedita, umana, quotidiana. Solo così ha potuto cogliere, rielaborare e restituire il segreto e la magia della musica senza tempo di Mozart. Un’operazione, certo, pretenziosa, che travalica i confini della semplicità per entrare in quelli della quasi-impossibilità. Perché raccontare il genio di Mozart significa dover penetrare un mistero che rimane oscuro da secoli. E allora, come ha anche affermato Lorenzo, da e in quel mistero si rimane irretiti, inermi, estasiati.

Il “libretto” nasce qualche anno fa, nel 2006, dalla proposta di scrivere un’opera destinata alla drammatizzazione nell’ambito di un progetto che ha coinvolto un gruppo di ragazzi di Cortona e dintorni, musicisti e attori in erba. E proprio a Cortona, al Teatro Signorelli, La parrucca di Mozart è andato in scena nel 2006, con musiche e regia del musicista contemporaneo Bruno de Franceschi. Alla fine dell’estate 2009, e prima del rientro a scuola, un gruppo di studenti, insegnanti, volontari sarà protagonista di un workshop di dieci giorni, sicuramente un’esperienza didattica e artistica altamente creativa, stimolante e formativa.

Anche se, tiene a precisare lo stesso autore dell’opera, il testo splende di luce propria, indipendentemente dalla messa in scena. D’altra parte, La parrucca di Mozart si presenta come la ri-scrittura e rielaborazione della vita artistica e professionale di Mozart, il racconto del suo rapporto con il padre e la moglie Costanza, con la sorella-amica Nannarella, ma anche il riflesso del suo carattere burlesco e della sua professionalità. Alle parole si uniscono i disegni realizzati dallo stesso Jovanotti, immagini dai colori caldi, spesso estremamente accesi, che rendono i protagonisti avulsi da uno spazio-tempo definito e li consegnano agli onori dell’intramontabilità.

La prefazione è a cura di Daniel Harding, giovane direttore d’orchestra inglese, classe 1975. Una collaborazione, quella di Lorenzo e Harding, che sembra suggerire che non esistono confini troppo definiti tra generi e che anche un cantante pop può cimentarsi, con successo, nella stesura di un testo che rende omaggio a uno dei più grandi compositori di tutti i tempi.

Pubblicato su www.ghigliottina.it l’8/06/2009.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: